Smau Bologna | R2B 2017

CASI DI SUCCESSO

EVENTO COLLEGATO

Venerdì 9 - ore 13:00
Studio TV

Politiche, progetti e strumenti per città e territori smart

by Teresa Bagnoli , Marcello Balzani , Claudio Giusti , Alberto Nuzzo , Simona Regina , Nicoletta Sannio

Scopri i protagonisti del Live Show, evento live in streaming condotto da Simona Regina di Radio24 e Triwù, la web TV dell’innovazione.Sei un imprenditore, un manager, un decisore...

(posti esauriti)
ISCRIZIONI CHIUSE
Un servizio informativo integrato, basato sulla interoperabilità

SIRA - Sistema Informativo Regionale Ambientale della Regione Sardegna

Nicoletta Sannio, Responsabile del Sistema Informativo Ambientale: “E’ riunita sotto un unico sistema la conoscenza ambientale, prima frammentata in sistemi diversi. I vantaggi: semplificazione delle procedure, digitalizzazione delle pratiche, efficienza”.

L’ente

L’Assessorato della difesa dell'ambiente della Regione Autonoma della Sardegna si occupa della pianificazione, del governo e del controllo del territorio e delle risorse ambientali secondo le logiche europee di sostenibilità ambientale.
In particolare il Servizio sostenibilità ambientale e sistemi informativi ha tra i suoi compiti la definizione, implementazione e gestione del sistema informativo regionale ambientale (SIRA) e l’elaborazione sistematica delle informazioni di carattere ambientale provenienti da fonti differenziate.

L’idea in breve

Per rispondere ai mandati istituzionali, dal 2006  è stato progettato e sviluppato il SIRA , uno strumento per gestire e diffondere l’informazione ambientale sia nella Pubblica Amministrazione, sia alle diverse categorie di soggetti privati. Il SIRA  della Regione Sardegna  estende la conoscenza e l’accessibilità al patrimonio informativo in campo ambientale, permettendo di cogliere appieno le relazioni tra tutti  gli “oggetti” del medesimo ambito geografico, offrendo in tal modo una più completa conoscenza dell’ambiente e delle pressioni che su di esso vengono esercitate.

 I temi affrontati riguardano l’ambiente in tutti i suoi aspetti, aria, acque, rifiuti, energia, agenti fisici, conservazione, siti contaminati...

Le caratteristiche del SIRA

Il SIRA,  attraverso un modello organizzativo e infrastrutturale di servizi e tecnologia avanzati, organizza, in una comune base di conoscenza ambientale, sia i dati e i sistemi informativi già esistenti già strutturati, sia quelli non strutturati. Le informazioni ambientali sono state organizzate secondo le direttive e gli standard SINAnet e in conformità alle linee guida SPC-Coop e della Direttiva INSPIRE, secondo obiettivi di scambio e condivisione di dati ambientali con i sistemi nazionali, al fine di garantire l’interoperabilità con i sistemi esistenti.  Ad oggi nel SIRA sono presenti 26.528 atti amministrativi digitalizzati, 180 catasti di rilevanza ambientale, 800 indicatori ambientali.

Il SIRA è un sistema web based, costituito da moduli comuni (modulo cartografico, di gestore degli indicatori ambientali, etc.). Il SIRA è anche un sistema web gis, sviluppato con tecnologie ESRI, che consente di recepire, rappresentare ed elaborare le informazioni anche sotto forma di cartografia, attraverso funzionalità di geoprocessing di base e avanzato.
E’ in corso di realizzazione lo sviluppo di un nuovo Modulo dedicato alla gestione dei procedimenti autorizzativi di carattere ambientale (Modulo GPA). Con il Modulo GPA è possibile procedere alla gestione on-line di tutti i procedimenti amministrativi di rilevanza ambientale, intra ed inter Ente, dalla richiesta on-line, con firma digitale, sino al rilascio dell’Atto finale. Si attua così la dematerializzazione dei procedimenti ambientali.

Un sistema informativo coprogettato

La necessità di integrare basi date differenziate ed eterogenee, di sviluppare l’interoperabilità, di offrire uno strumento che potesse essere adottato da tutti gli enti pubblici regionali, ha richiesto lo sviluppo di momenti formativi e informativi con Comuni, Province e altri enti di diritto pubblico.
L’apertura del SIRA  anche ad aziende e cittadini per la gestione on line dei procedimenti è stata attuata solo dopo la firma di un protocollo con Confindustria e una sperimentazione che ha consentito  di coprogettare con l’utenza le modalità di utilizzo, le funzionalità, i servizi che potessero effettivamente semplificare le procedure e rispondere alle esigenze più diffuse.

I benefici

Le caratteristiche del sistema sono la semplificazione dei procedimenti amministrativi di carattere ambientale,  l’ottimizzazione dei procedimenti, attraverso la standardizzazione e la normalizzazione degli stessi, la totale dematerializzazione dei procedimenti e la trasparenza nella gestione dei procedimenti.  I vantaggi: la riduzione dei tempi per l’acquisizione delle informazioni detenute dalla PA, la riduzione dei tempi e dei costi per la presentazione delle istanze, il miglioramento della qualità della documentazione prodotta nei procedimenti, il miglioramento dell’efficacia ed efficienza delle comunicazioni con le imprese e tra gli stessi enti pubblici coinvolti.

Settore: Smart city

SCARICA IN PDF