Smau Napoli 2014

CASI DI SUCCESSO

Regione Autonoma della Sardegna – SIRA, Sistema Informativo Regionale Ambientale

L’ENTE

La Regione Autonoma della Sardegna (RAS) è da anni impegnata nello sviluppo e nella diffusione di soluzioni di eGovernment, quali il SIRA, il Sistema Informativo Regionale Ambientale, realizzato dalla Regione a supporto della gestione dei dati ambientali.

LA SOLUZIONE A RIUSO

Il progetto del Sistema informativo regionale ambientale (Sira) nasce con l’obiettivo di diffondere l'informazione ambientale sia ai diversi livelli della Pubblica Amministrazione, sia alle diverse categorie di soggetti privati e prevede la gestione di un’unica banca dati che accoglie le informazioni ambientali organizzate secondo le direttive Sinanet. Infatti il Sistema Informativo Regionale Ambientale (SIRA)della Regione Sardegna è stato realizzato proprio in coerenza con gli standard della rete nazionale Sinanet promossa dall’ISPRA, ponendo tra gli obiettivi l’integrazione con i sistemi nazionali di scambio e condivisione di dati ambientali. La finalità principale della realizzazione del Sistema SIRA è stata quella di costruire un modello organizzativo e infrastrutturale di servizi e tecnologia necessari per catalizzare, integrare ed utilizzare efficacemente sia le basi dati già esistenti presso strutture e servizi regionali sia quelle la cui realizzazione è stata prevista attraverso la Misura 1.7 del POR Sardegna 2000-2006 – ASSE I.

Il SIRA consente la condivisione e la fruizione, da parte della Comunità di utenti dello “spazio SIRAnet della Sardegna”, dell’informazione di rilevanza ambientale disponibile per il territorio regionale, elaborata e rappresentata nelle forme, secondo i punti di vista e le esigenze conoscitive di utenti pubblici e privati, diversi sia per cultura che per le finalità di impiego.

La soluzione è strutturata su tre distinti livelli: livello utente, livello applicativo e dei servizi (tramite web service) e livello dati. Il sistema si caratterizza per la condivisione di un’unica base comune di conoscenza ambientale e le informazioni ambientali sono condivise a prescindere dalle competenze amministrative. L’interfaccia web del SIRA consente di visualizzare e di accedere a singoli applicativi relativi a moduli comuni, a moduli specializzati (distinti per area tematica) ed alla gestione dei vocabolari di controllo. Attualmente il SIRA è operante per quanto riguarda il suo utilizzo da parte degli utenti. È stata inoltre aggiudicata la gara relativa alla realizzazione del secondo stralcio funzionale del SIRA che è attualmente in fase di esecuzione e che prevede la realizzazione di nuovi moduli applicativi dedicati a tematiche ambientali specifiche ed alla gestione di procedimenti amministrativi. Da rilevare come SIRA sia anche un sistema web gis che consente di recepire e rappresentare le informazioni anche sotto forma di cartografia.

SIRA è stato realizzato da un RTI con gara d’appalto a evidenza pubblica. La Regione Autonoma della Sardegna si è occupata direttamente della progettazione e della direzione lavori. I principali benefici apportati dalla soluzione sono relativi al pieno supporto fornito ai processi gestionali e decisionali nei diversi settori di azione della PA regionale in campo ambientale (Pianificazione, governo e controllo del territorio e delle risorse ambientali) ed al PFR Sardegna. Molto importanti anche i benefici apportati dall’integrazione in una “comune base di conoscenza ambientale regionale” delle informazioni prodotte, in modo autonomo e, prima del SIRA, non “regolamentato”, dalle diverse fonti dati di rilevanza ambientale, per garantirne l’accesso e la fruibilità da parte di tutte le Istituzioni preposte al governo, controllo ed alla pianificazione del territorio, oltre che dei cittadini i quali, grazie ai nuovi sviluppi che l’amministrazione sta approntando alla soluzione, navigando sul sito istituzionale “Sardegna Ambiente” potranno consultare i dati pubblicati automaticamente grazie a web services.

LA DIFFUSIONE

A oggi la soluzione SIRA è utilizzata da Regione Sardegna, ARPAS, Provincie ed altri Enti che a vario titolo hanno competenza sui procedimenti ambientali. I dati raccolti nel sistema sono resi disponibili ai cittadini ed alle imprese e sono in corso di pubblicazione le procedure per la condivisione pubblica presso i portali istituzionali della Regione.

La piattaforma è stata chiesta in riuso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, con la quale sono iniziati nel primo semestre del 2014 i contatti per la firma di apposita convenzione, da stipularsi ai sensi delle norme vigenti sul riuso dei sistemi.

Settore: Gestione dei dati ambientali

Area Tematica:
Pubblica Amministrazione e Sanità

SCARICA IN PDF