Smau Napoli 2015

CASI DI SUCCESSO

WORKSHOP COLLEGATO

Venerdì 11 - ore 14:00
Sala 1

Le Smart Communities come motore di sviluppo del territorio e delle imprese: Premio Creative Clusters e Premio Smart Communities

La necessità di trovare un nuovo assetto, sostenibile anche dal punto di vista economico, che veda le pubbliche amministrazioni locali protagoniste attive nell’erogazione di servizi...

(posti esauriti)
ISCRIZIONI CHIUSE

ADOTTA UN’AREA VERDE: il progetto di riqualificazione delle aree verdi nel centro di Sutera

L'ENTE

Sutera, comune di 1.423 abitanti in provincia di Caltanissetta, si snoda a quota 600 m s.l.m intorno alla rupe del Monte San Paolino, che culmina in vetta con il santuario omonimo. Il monte, avvolto da una pineta, domina la sottostante valle del fiume Platani.

Il centro abitato di impianto medievale è costituito da tre quartieri – Rabato, Rabatello e Giardinello – e fa parte del circuito dei ‘Borghi più belli d’Italia’.

Alla fine degli anni Ottanta, il borgo è stato anche teatro delle riprese di alcune scene del film “Il siciliano” del regista Michael Cimino.

IL PROGETTO

‘Adotta un’area verde’ è un progetto di riqualificazione del verde pubblico promosso dal Comune di Sutera a partire dal 2007, per far fronte allo stato di degrado e abbandono in cui versavano le aree verdi del centro abitato.

Obiettivo del progetto è quello di promuovere e garantire la cura costante del verde pubblico, sensibilizzando la cittadinanza e coinvolgendo quanti più soggetti possibili – fra enti, associazioni, esercizi commerciali e singoli cittadini – nella manutenzione diretta delle aree destinate a verde pubblico.

Il progetto ha preso l’avvio con un censimento delle aree verdi comunali e la loro suddivisione in quattro categorie: 1. Aree Boschive, 2. Aree verdi, 3. Alberi singoli, 4. Zone da adibire ad aree verdi.

A queste categorie se ne è poi aggiunta una quinta, a partire dal 2012, rappresentata da singoli vasi a ringhiera.

Dal 2006, poi, per ogni neonato il Comune ha deciso di piantare un albero che viene affidato a tempo indeterminato alle cure dei genitori; fino ad oggi sono stati così piantati ed affidati 80 alberi.

A valle del censimento delle aree verdi pubbliche, il Comune ha effettuato gli interventi di manutenzione necessari per la salvaguardia delle aree esistenti e per la realizzazione di quelle nuove, per un investimento complessivo di circa 1.000 Euro, interamente finanziato con fondi propri. L’investimento è rimasto così contenuto grazie ad un accordo, stipulato dal Comune con il Corpo Forestale dello Stato, che prevede la fornitura a titolo gratuito degli alberi da piantare.

Come ultimo step, è stato redatto un regolamento approvato dalla Giunta e depositato presso l’Ufficio Tecnico del Comune. Tutti i soggetti interessati all’adozione di un’area verde devono rivolgersi a questo ufficio per la visione del regolamento e la firma della convenzione.

La convenzione ha validità di un anno, al termine del quale può essere prorogata con procedura semplificata dal medesimo soggetto richiedente. E’ comunque sempre possibile compilare il modulo di richiesta per l’affidamento delle aree verdi rimanenti.

Una volta firmata la convenzione, il soggetto è responsabile della cura e manutenzione ordinaria dell’area verde adottata. Gli interventi di manutenzione straordinaria, invece, devono essere preventivamente concordati con l’Ufficio Tecnico, anche nel caso in cui lo stesso soggetto affidato decida di farsene carico.

Il Comune si riserva la verifica periodica, a cadenza quadrimestrale, dello stato di manutenzione delle aree verdi affidate e si preoccupa di organizzare regolarmente, nel corso dell’anno, delle giornate dedicate al verde pubblico, allo scopo di mantenere alta la sensibilità della cittadinanza.

I BENEFICI

Ad oggi sono state stipulate 22 convenzioni, che hanno consentito la riqualifica di altrettante aree verdi nel centro abitato, e sono stati consegnati circa 100 vasi e fioriere a soggetti privati che si sono fatti carico della loro manutenzione.

Il progetto ‘Adotta un’area verde’ ha permesso la riqualificazione di tutte le aree verdi ad uso pubblico del centro abitato di Sutera, grazie al coinvolgimento diretto della cittadinanza nella cura di tali aree, con un risparmio per le casse del cmune quantificabile in 40.000 Euro annui, pari al costo di due operai specializzati impiegati a tempo pieno.

Settore: Ambiente

Area Tematica:
Pubblica Amministrazione e Sanità

SCARICA IN PDF