PRESS ROOM - COMUNICATI STAMPA

PREMIO INNOVAZIONE ICT PIEMONTE E PREMIO LAMARCK: DUE RICONOSCIMENTI PER CREARE UN PONTE TRA STARTUP E IMPRESE

14 maggio 2014

Consegnati oggi, nel pomeriggio, il Premio Lamarck alle startup Evolvex, Qualitando e Scatol8 e il Premio Innovazione ICT Piemonte a Eataly, Cantina Sociale di Casorzo, Museo Nazionale del Cinema, MiaGola Caffè, Dimo, Iren Energia


Torino, 14 maggio. Si è tenuta oggi, alle ore 14.30, la seconda edizione del Premio Lamarck, il riconoscimento dedicato alle startup più innovative pronte per il mercato e del Premio Innovazione ICT Piemonte, riconoscimento che l’Osservatorio Smau ha consegnato ai progetti più innovativi di utilizzo delle tecnologie digitali da parte delle imprese. Un unico evento, quindi, che ha visto riunite imprese mature e nuove realtà per stimolare imprese e imprenditori, già campioni d’innovazione, a fare un passo avanti e scoprire come le startup diventano oggi un formidabile alleato per accelerare l’innovazione in azienda.


Ecco dalle parole di Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau, l’obiettivo del premio: “Con il Premio Innovazione ICT e il Premio Lamarck, vogliamo creare un ponte tra startup e imprese mature, affinchè si realizzi quel dialogo, imprescindibile oggi, per accrescere l’innovazione delle nostre imprese. Oggi, infatti una nuova stagione si affaccia al mercato: le startup possono diventare il reparto di ricerca e sviluppo delle nostre imprese; le tecnologie digitali sono accessibili con un livello di complessità e un costo inimmaginabile solo pochi anni fa e la comunità europea, assieme alla Regione Piemonte, prepara una programmazione dei fondi che valorizzerà e incentiverà la specializzazione dei territori. Imprenditori e manager sono dunque i nostri protagonisti, a loro spetta il compito di interpretare al meglio le opportunità di questa stagione di cambiamenti e guidarci verso la ripresa. ”


A queste parole, si aggiungono quelle di Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, il quale è presente al Premio Lamarck per sottolineare l’importanza dell’incontro tra startup e imprese: “Le startup innovative rappresentano un’opportunità unica e indispensabile per il futuro occupazionale e imprenditoriale del nostro Paese. Si deve partire proprio dalle neoimprese digitali per lo sviluppo dell’economia italiana e per colmare il gap del nostro PIL digitale, nettamente inferiore rispetto a quello europeo. Non solo grazie alla nascita delle startup vengono creati nuovi posti di lavoro per i giovani, ma le aziende italiane – medie e grandi – devono innovarsi proprio tramite le startup e gli incubatori nella logica dell’Open Innovation: co-investendo insieme, condividendo know-how e processi, e adottando nuove imprese digitali. Con Digital Magics abbiamo sviluppato programmi proprio per supportare gli operatori industriali nel loro processo di innovazione digitale. L’azione di SMAU e le sue iniziative sono molto importanti per questo scopo”.


L’evento è iniziato con lo speed pitching delle startup, in cui le giovani imprese si sono presentate in 90 secondi al pubblico in sala. In seguito Enrico Gasperini, insieme a Marco Gay, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria e Giorgio Possio, Vicepresidente di Piccola Industria Confindustria  moderati da Federico Pedrocchi, giornalista di Radio24 e triwu.it si sono confrontati sul tema “Innovare le imprese attraverso le startup: incubatori e startup come reparto ricerca e sviluppo esterno all’azienda”.


Successivamente si è passati alla consegna del Premio Lamarck a cura di Alessio Rossi, Presidente Giovani Imprenditori di Unindustria Lazio ed Enzo Lavolta, Assessore Sviluppo e Innovazione Città di Torino.


Il riconoscimento, che prende il nome dal naturalista Jean Baptiste Lamarck ed è realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, è un tributo alle migliori startup, volto valorizzare le idee di business già pronte a supportare l’innovazione delle imprese mature. La seconda edizione torinese del premio Lamarck è andata a Evolvex di Vicenza che ha presentato Mobyx HR System è il primo sistema Mobile per il controllo degli accessi in sede, la rilevazione delle presenze fuori sede ed il monitoraggio degli spostamenti sul territorio del personale aziendale;  Qualitando è una startup di Ferrara che ha presentato uno strumento per la gestione della customer satisfaction, per effettuare sondaggi di qualsiasi tipo e per migliorare la web reputation delle aziende; Scatol8 è una startup dell’incubatore 2I3T dell’Università di Torino che  ha presentato un dispositivo che effettua il monitoraggio ambientale in tempo ambientale, secondo alcune variabili (consumi energetici, qualità dell’aria, umidità, temperatura, quantità di rifiuti) e e valutare l’andamento nel tempo grazie alla visualizzazione delle serie storiche. Il sistema si propone di coinvolgere i giovani nella creazione di tecnologia sulla base delle informazioni prodotte, la sostenibilità e il riuso tramite la realizzazione concreta di sistemi attivi.


Al termine si è passati alla proclamazione dei 6 vincitori del Premio Innovazione ICT Piemonte: Eataly per un progetto realizzato con Vodafone, Cantina Sociale di Casorzo, Museo Nazionale del Cinema, MiaGola Caffè, Dimo, Iren Energia.  I vincitori sono stati scelti tra i 12 progetti che, dopo essersi candidati sul sito di Smau, hanno raggiunto la fase finale della selezione: Eataly, DIMO, per un progetto sviluppato con Lan Service, business partner di Cisco, Filtex (BI), Ceris –CNR (TO), Cantina Sociale di Casorzo, Iren Energia (TO), Dainese, Museo Nazionale del Cinema per un progetto realizzato con Torino Wireless, MiaGola Caffè (TO), Comeg (TO), Comune di Ivrea, Comune di Costigliole Saluzzo.


I vincitori del Premio Innovazione ICT sono stati annunciati da Enrico Pagliarini, giornalista di Radio24, mentre il premio è stato consegnato da Guido Bolatto, Direttore Camera di Commercio di Torino.


 L’evento è anche stato anche l’occasione per raccontare le opportunità offerte da AdottUp - il programma per “l’adozione delle startup” realizzato in collaborazione con l’Area Politiche Territoriali, Innovazione e Education di Confindustria, i Giovani imprenditori e gli esperti delle Associazioni del Sistema con l’obiettivo di supportare lo sviluppo di idee ad alto potenziale di crescita e accrescere l’innovazione delle PMI. A presentare l’iniziativa è intervenuto Dario Gallina, Presidente Piccola Industria dell’Unione Industriali Torino.


NEL DETTAGLIO I PROGETTI VINCITORI DEL PREMIO INNOVAZIONE ICT PIEMONTE


CATEGORIA INNOVARE PER MIGLIORARE


Eataly, ha realizzato un progetto che prevede l’installazione di un’app, sviluppata in collaborazione con Vodafone, che permetterà a tutti i responsabili dei vari punti vendita in Italia di conoscere nel dettaglio cosa è stato venduto e i prodotti di maggiore successo, confrontare gli incassi e analizzare i dati contabili di ciascun negozio Eataly in tempo reale dal proprio smartphone. La fase di test effettuata ha confermato che, avere a disposizione dati precisi in breve tempo, permette di concentrare le proprie risorse sulla qualità e il rendimento del punto vendita.


Cantina Sociale di Casorzo ha adottato un sistema che consente di produrre vini di qualità sempre crescente e annullare il rischio di interrompere o mandare a monte la produzione. Il sistema permette di controllare il processo di vinificazione a distanza, tenere monitorati – da pc, smartphone o tablet – i parametri che misurano l’andamento della fermentazione e poter intervenire sul processo, per esempio aumentando la quantità di ossigeno nelle vasche di fermentazione, anche a chilometri di distanza.


IL DIGITALE PER L’ACCESSO ALLA CULTURA


 Museo Nazionale del Cinema di Torino sta portando avanti un progetto che terminerà nel 2015 e che prevede l’utilizzo di didascalie digitali, realtà aumentata, tag che permettono di costruire percorsi tematici personalizzati sulle esigenze del visitatore per rendere sempre più esperienziale e accessibile a tutti la propria struttura.


IL DIGITALE PER COSTRUIRE COMUNITA’


Il primo cat- Bar d’Italia, Miagola Caffè ha avviato un progetto in collaborazione con PlaceJam, una startup conosciuta al Politecnico di Torino, attraverso il quale è in grado di mettere a disposizione una piattaforma hotspot wifi aperta che permette ai clienti  di connettersi a Internet gratuitamente con il proprio smartphone e trovare facilmente informazioni e suggerimenti sulle attività più interessanti nei dintorni.


LOGISTICA E INNOVAZIONE


DIMO, in collaborazione con Lan Service, ha adottato un nuovo sistema di comunicazione unificato per il nuovo centro logistico e direzionale aziendale di Vercelli e per i negozi di nuova apertura. Si tratta di un’infrastruttura innovativa, che abbandona le vecchie centraline per puntare tutto sul wireless e sul voip e che permette di raggiungere i dipendenti non solo sulle “vecchie” linee in ufficio, ma, con lo stesso numero, direttamente sul cellulare, personale o aziendale.


ENERGIA INTELLIGENTE


Iren Energia ha avviato un progetto per rendere più intelligente il teleriscaldamento nella città di Torino   che prevede l’utilizzo di una chiave virtuale per accendere tutti insieme con un solo clic il riscaldamento di migliaia condomini. L’utente allacciato alla rete può chiedere la modifica dei propri parametri tramite il call center e tutto avviene in un minuto. In futuro la gestione del riscaldamento verrà ulteriormente automatizzata attraverso un portale web accessibile dai clienti. La lettura dei big data consente di ottimizzare la manutenzione, prevedere e individuare guasti e malfunzionamenti.