per gli operatori del canale ICT
per start-up, Regioni e PA
in concomitanza con:

Scopri subito l'offerta di:

(cod.6915)

Sessione Plenaria di Chiusura: Sviluppo di Internet e tutela dell'utente: un obiettivo comune da condividere tra istituzioni, operatori e clienti

Categoria:
Convegni Expo Comm Italia
Giorno/Ora:
Thursday 31
ore: 14:30
Posti:
Durata:
2 hours
Sala:
Sala Turchia - SC4

Evento terminato

I servizi di telecomunicazioni e l’accesso broadband a Internet richiedono  un costante potenziamento e continui investimenti. Allo stesso tempo la pressione competitiva ha reso i servizi disponibili a prezzi sempre piu' bassi per gli utenti finali, con un  traffico internet che cresce globalmente del 50% ogni anno, in particolare sulle reti mobili.
Tutti i player della catena del valore devono affrontare la grande sfida sugli investimenti dove due elementi fondamentali nelle nuove reti sono la domanda e la propensione e pagare del consumatore, così come la qualità del servizio erogato, in funzione dei costi accettati.
Neutralità della rete, l’accesso uguale per tutti ai contenuti e ai servizi disponibili sul web, la qualità dei servizi erogati e la gestione del rapporto con il cliente – sono oggi al centro dell’attenzione del mondo delle telecomunicazioni alle prese con gli investimenti necessari per passare alle NGN.
Gli operatori si trovano a dover fornire un’informazione dettagliata sulle loro pratiche di gestione del traffico e a garantire una qualità minima per i servizi prioritari, come il VoIP, l’accesso broadband o l’IPTV.  Senza queste garanzie non è possibile lo sviluppo esponenziale di questi nuovi servizi. Nascono quindi diverse iniziative, come quella di AgCom, realizzata in collaborazione con la Fondazione Bordoni, per offrire un misuratore “ufficiale” della QoS erogata.
Così come, sul fronte del rapporto con la clientela, dal 1° febbraio si può chiedere l’iscrizione al Registro pubblico delle opposizioni (Robinson list per dire no al telemarketing) e l'Italia si allinea al resto d'Europa, dove l'opt-out è stato adottato nella maggior parte dei Paesi, che da tempo hanno scelto questa strada insieme a quella, parallela, del codice di autoregolamentazione degli operatori, come ad esempio hanno fatto le imprese della filiera delle tlc, riunite in Asstel, Con l’obiettivo di mantenere un equilibrio tra regolamentazione, tutela dell’utente e salvaguardia del telemarketing, importante canale di rapporto tra operatori e clientela.
In conclusione lo sviluppo delle nuove reti richiedono un contesto regolatorio piu' proporzionato e mirato, che tenga conto della concorrenza sul mercato, delle esigenze della clientela e che incoraggi gli investimenti a maggior rischio, non penalizzando l’industria esistente. Queste sono le sfide attualmente sul campo e di cui si discuterà in questa sessione.

Apertura lavori e introduzione
Con la partecipazione di:
Sen. Roberto Napoli, Commissario, AgCom
Giuseppe Chiaravalloti, Vicepresidente,  Autorità Garante della Privacy

TAVOLA ROTONDA
Con la partecipazione di:

Federico Flaviano, Direttore Tutela dei Consumatori, Agcom

Giuseppe Chiaravalloti, Vicepresidente,  Autorità Garante della Privacy

Mario Frullone, Direttore delle Ricerche, Fondazione Ugo  Bordoni

Augusto Preta, DG, ITMedia Consulting

Marco Pierani, Responsabile Relazioni Esterne Istituzionali, Altroconsumo

Luca Bolognini, Presidente, Istituto Italiano Privacy

Fulvio Sarzana di S.Ippolito, Avvocato, Studio Legale Sarzana e Associati

Alessandro Talotta, Chief Regulatory Officer, Telecom Italia

Smau Servizi srl con socio unico - P.IVA: 02796871206 - - - - design by: gabriele parpaiola